Acquacoltura in Italia e nell’UE

Mercato ittico di Catania

Una breve analisi dei dati statistici oppure perché conviene investire in #acquacoltura italiana in generale e nella gambericoltura nello specifico). Dati della Spagna (leader della classifica) e dell’Italia a confronto.

Sorgente dei dati: EUMOFA, profili dei paesi: Italia, Spagna e dati aggregati dell’UE (dati del 2019, ultimo aggiornamento 21/03/2022), per consultare i dati originali vai alla sezione dei link

Ascolta “Serie Analitica: Acquacoltura in #Italia e nell’UE” su Spreaker.

I numeri di produzione

I numeri di produzione totale, pesca, acquacoltura a confronto per tutti i paesi dell’UE, Spagna, Italia

Nel 2019 Italia si collocava al 4° e al 9° posto tra i paesi dell’UE (Regno Unito incluso, perché ne faceva ancora parte) per i numeri di produzione dell’acquacoltura e della pesca rispettivamente. Al primo posto per entrambi i sotto-settori invece troviamo la Spagna, che ha superato il nostro paese in ben 4,5 volte nelle catture e quasi in 2 volte nel prodotto allevato.

Dall’analisi emerge il dato che l’Italia rispetto alla Spagna, ha la produzione del #seafood più #sostenibile, in quanto il peso dell’acquacoltura si è attestato a 45.56% del totale, dunque su una percentuale ben più alta di 26.7% spagnoli.

Principali #specie di allevamento commercializzate, l’Italia e la Spagna a confronto

Nell’acquacoltura italiana soltanto la troticoltura occupa il secondo posto sia nei termini di valore, che di quantità (tra le principali specie di allevamento commercializzate), lo stesso vale per le #vongole seppur con una differenza – perché si trovano al 1° e al 3° posto per il valore ed il volume rispettivamente.

Quindi il valore del settore produttivo nei termini economici è soltanto di 453 milioni, con un peso assai marginale nei numeri di commercio del settore nazione di prodotti ittici ed ovviamente anche nel PIL del nostro paese. Comunque, in linea con gli altri paesi, perché l’acquacoltura europea fa soltanto 1,1% della produzione globale e il settore dei prodotti ittici a livello europeo dipende dalle importazioni per più di 70% del consumo.

La produzione spagnola invece sembrerebbe di essere meno bilanciata, in quanto le #cozze occupano circa 3/4 del volume, ma si trovano soltanto al 3° posto nei termini del valore commerciale con una percentuale di 19% nel totale.

Per quanto riguarda la produzione delle spigole e orate: entrambe entrano nel top-5 delle specie più allevate tra tutti i paesi dell’UE e quindi la concorrenza attuale (e futura) per questi prodotti è alta, anche perché la tecnologia di allevamento si è molto diffusa negli ultimi decenni.

Il dato interessante nella produzione della Spagna rappresenta il #tonno rosso, anche se si tratta non dell’allevamento a ciclo completo, ma dell’ingrasso degli esemplari catturati in natura (di cui altresì – per il tonno – DINAQUA dispone della tecnologia di riproduzione in cattività tramite il Consorzio Biotecnomares, sviluppata in Italia, ma nella fase di industrializzazione in Spagna). Il valore commerciale della specie è talmente alto, che lo troviamo soltanto nell’apposita sezione dei dati, invece nei numeri del peso si trova assieme con le altre specie, quindi non viene specificato.

Dunque, con il tonno rosso la Spagna se è costruita una nicchi sul mercato ittico europea che la differenzia dagli altri stati e offre un guadagno maggiore, come ad esempio le ostriche francesi, che inoltre migliorano l’habitat marino in quanto sono dei filatratori, la stessa funzione che sfrutta DINAQUA nell’impianto di gambericoltura.

In conclusione

Il nostro paese ha la produzione più sostenibile, ma nello stesso tempo gli allevamenti nostrani si trovano in concorrenza con altri produttori europei per le maggior parte dei prodotti.

Proprio per questo motivo DINAQUA insiste sulla costruzione della filiera di gambericoltura italiana, visto un buon margine del mercato nei termini di quantità, dunque di guadagno, offrendo al consumatore sempre più attento alla provenienza e la sostenibilità, un prodotto locale fornito nella stato fresco. Potrebbe essere proprio quel prodotto di nicchia per guadagnare lo spazio sul mercato europeo di produzione locale

Iniziamo?

Volete aprire il vostro allevamento di acquacoltura intelligente, ma avete bisogno dell’informazione sulla scala dell’investimento? Saremo lieti di rispondere alle vostre domande e di poter approfondire le vostre esigenze!

Italia, profilo del paese https://www.eumofa.eu/it/italy

Spagna, profilo del paese https://www.eumofa.eu/it/spain

Tutti i paesi dell’UE aggregati https://www.eumofa.eu/documents/20178/61322/European+Union.pdf

Credits:

Cover Photo by Justus Menke on Unsplash